menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

News

Intervista di Laura Borzi, analista del Centro Studi Italia-Canada, per Osservatorio Artico

Intervista di Laura Borzi, analista del Centro Studi Italia-Canada, per Osservatorio Artico

Riportiamo, di seguito, un estratto dell'intervista di Agata Lavorio di Osservatorio Artico, a Laura Borzi, analista del Centro Studi Italia-Canada, sul posizionamento del Canada e sul contesto geopolitico artico. La versione integrale dell'intervista è consultabile sul sito di Osservatorio Artico.


Agata Livorio: «È interessante notare come Russia e Canada siano due attori estremamente diversi, ma entrambi, per ragioni geografiche e storiche, protagonisti della regione artica. Qual è la percezione dell’attuale contesto geopolitico da parte del Canada e come è cambiato dopo l’invasione russa?»

Laura Borzi: «Alla luce del contesto internazionale, il Canada deve elaborare delle priorità strategiche che, al momento, non possiede: deve ovvero “mettere dei paletti” ed elaborare una visione strategica. In questo momento, il Canada sta rivedendo la propria politica di difesa, in cui per anni si è evitato di parlare di minacce e di come affrontarle, concentrandosi più su questioni di human security.

Ma è un dato di fatto che la geografia non sia più un elemento protettivo del Canada, ora all’interno di una geopolitica diversa. Come media potenza, il Canada ha un margine più ristretto di manovra, ma dovrà comunque presto fare i conti con l’aggiornamento della sua difesa all’alba dell’aumento delle sfide internazionali, della competizione tra potenze e delle minacce ibride».

[Continua su osservatorioartico.it


Non perdere i prossimi aggiornamenti del Centro Studi Italia-Canada
 

Iscriviti alla Newsletter